PRIMA SQUADRA: STREPITOSA VITTORIA A GRUGLIASCO

PRIMA SQUADRA: STREPITOSA VITTORIA A GRUGLIASCO
25/03/2019

Netta ed inequivocabile vittoria per l’Infernotto che si impone sul campo del Grugliasco con un perentorio 5 a 1 che non vuole dire matematica salvezza ma si puo’ affermare che l’impresa è riuscita anzi addirittura, con molta umiltà, si puo’ dare uno sguardo alla zona play off.
Partenza controllata per entrambe le formazioni che nei primi 10 minuti si studiano e cercano di capire quale sia la chiave per scardinare la difesa della diretta avversaria.
Al 12’ è l’Infernotto che capitalizza la prima vera occasione, in seguito ad una respinta in affanno della difesa del Grugliasco la palla arriva a Preci che cerca la deviazione di testa ma viene scaraventato a terra con una spallata dall’avversario con conseguente assegnazione di calcio di rigore. Della battuta si incarica Sellam che con freddezza trasforma il goal del 0 a 1. Nel proseguo del tempo è l’Infernotto a rendersi ancora pericoloso al 21 e al 25 con due conclusioni di Bergia dall’interno dell’area che però non centrano lo specchio della porta. Gli unici brividi per la difesa ospite arrivano su un paio di rimesse lunghe in area ma le conclusioni di testa risultano in entrambe le occasioni non particolarmente efficaci. Il pericolo maggiore l’Infernotto lo corre al 36’ quando su un lancio lungo Pinto si presenta al limite dell’area Gilli in uscita respinge la palla che arriva a Rosucci la cui conclusione viene ribattuta all’interno dell’area dalla difesa e successivamente rinviata. L’ultimo pericolo del primo tempo è ancora per il Grugliasco al 44’ ma la conclusione di Charbonnier, sugli sviluppi di un angolo, è alta sopra la traversa.
Dopo 2 minuti di recupero l’arbitro mandava le squadre al riposo.
Il secondo tempo regalava subito molte emozioni infatti al 1’ l’Infernotto trovava il goal del raddoppio. Palla lunga per Sellam bravissimo a liberarsi del diretto avversario tocco a centro area dove l’accorrente Bergia depositava in rete di destro battendo il portiere sul palo lungo. 2 minuti più tardi arrivava il goal della squadra di casa. Lancio lungo da centrocampo Gilli in uscita al limite dell’area arrivava al contatto con il giocatore avversario, l’arbitro assegnava la massima punizione con ammonizione per il portiere. Alla battuta si presentava Pinto che insaccava, con un tiro preciso e potente, alla destra di Gilli nonostante il tentativo dell’estremo difensore che toccava la palla ma non riusciva a deviarla abbastanza. Dal 6 al 9 era Romagnini ad impadronirsi della scena, prima con uno spettacolare tiro a giro colpiva in pieno la traversa e poi al 9’ con una strepitosa azione di forza e tecnica realizzava il goal del 1 a 3 con chirurgico sinistro a fil di palo alla sinistra del portiere.
Il terzo goal e la supremazia dell’Infernotto facevano saltare i nervi alla squadra di casa che al 20 rimaneva in 10 per l’espulsione di Talarico per somma di ammonizioni. Di li in poi praticamente l’Infernotto poteva controllare e ripartire alla ricerca dei goal per chiudere definitivamente la partita. Dopo un paio di occasioni non sfruttate al meglio i goal arrivavano al 30 e al 32 con Preci, abile a sfruttare un rimpallo all’interno dell’area e battere a rete, e con Sellam, imbeccato da Kouthar dopo una pregevole azione personale, che scavalcava il portiere in uscita bassa con un mezzo pallonetto che faceva finire la palla in fondo alla rete. 1 a 5 e fine dei giochi anche perché il Grugliasco, a cui saltavano i nervi, negli ultimi 10 minuti rimaneva in 9 per l’espulsione di Cabiddu e senza il suo allenatore allontanato dal campo per proteste.
Dopo 4 minuti di recupero l’arbitro sanciva la netta vittoria dell’infernotto assegnando 3 punti che fanno sognare i ragazzi di mister Ghio che intravedono la zona play off a soli 2 punti di distanza.
Mai porre limitazione ai sogni.