PRIMA SQUADRA: SCONFITTA A CENTALLO

PRIMA SQUADRA: SCONFITTA A CENTALLO
14/01/2019

Al campo comunale di Centallo si sono affrontate per la prima partita del girone di ritorno del campionato di Promozione la squadra dei padroni di casa l’Infernotto, compagini impegnate su fronti diametralmente opposti la vittoria del campionato per i padroni di casa e la salvezza per gli ospiti.
Nonostante la differenza di organici la partita è stata molto equilibrata con i padroni di casa alla ricerca delle individualità degli attaccanti, cercati con lanci lunghi e manovre snelle per sfruttare al meglio le loro capacità fisiche e tecniche, e gli ospiti alla ricerca di un gioco di squadra. L’Infernotto reggeva comunque il colpo agli attacchi ospiti e la partita si sviluppava su un sostanziale equilibrio. A spezzare l’equilibrio ci voleva un episodio. Situazione che si verificava al 26 del primo tempo quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo il Centallo si portava in vantaggio con Tallone ben appostato sul secondo palo dove colpevolmente solo era libero di appoggiare in rete la palla del 1 a 0. Fino a quel momento le azioni d’attacco si erano rivelata inoffensive e piuttosto velleitarie con le difese che avevano la meglio sugli attacchi. Ulteriori azioni pericolose nel primo tempo non ce n’erano e le squadre andavano al riposo sul 1 a 0 per i padroni di casa.
Il secondo tempo si apriva subito con un brivido per gli ospiti che nell’ambito della stessa azione riuscivano per ben 2 volte a respingere la palla dalla linea di porta su conclusioni ravvicinate degli attaccanti di casa. Scampato il pericolo si riorganizzavano alla ricerca del pareggio. I tentativi erano però inefficaci e le conclusioni erano sempre ben controllate dalla difesa di casa che non per altro è la migliore del girone. Da par suo il Centallo cercava delle ripartenze con la velocità e la potenza del suo attacco ma anche i loro tentativi venivano ben controllati. Dopo una serie di cambi e l’espulsione nelle fila dell’Infernotto di Romagnini per somma di ammonizioni il Centallo trovava il goal del raddoppio al 42 della ripresa con una prodezza di Magnino che appostato al limite dell’area, con spalle alla porta, controllava un lancio lungo stoppando di testa la palla e prima che la stessa cadesse a terra si esibiva in una spettacolare rovesciata con la palla che si infilava all’incrocio dei pali dell’incolpevole Gilli. Realizzazione davvero di pregevole fattura.
Il raddoppio poneva praticamente la parola fine all’incontro, nei 5 minuti di recupero concessi dall’arbitro non succedeva praticamente nulla.
Altri 3 punti per la Giovanile Centallo che fa aumentare a 9 punti il distacco sulla seconda, il Pedona che però ha una partita in meno, e un po' di amarezza per l’Infernotto per aver giocato praticamente alla pari con la prima in classifica ma che non ha portato a casa punti, punita fin troppo severamente da una disattenzione in occasione del goal del vantaggio che alla fine è stata determinate sulle sorti dell’incontro.
Il prossimo turno vedrà la Giovanile Centallo impegnata sul campo del Villafranca e l’Infernotto in casa contro il Sommariva Perno partita molto importante per l’obbiettivo salvezza.