PRIMA SQUADRA: SCONFITTA DI MISURA CON L'ATLETICO TORINO

PRIMA SQUADRA: SCONFITTA DI MISURA CON L'ATLETICO TORINO
17/12/2018

Ultima partita del girone di andata sfortunata per l’Infernotto sconfitto per 1 a 0 sul campo dell’Atletico Torino.
Risultato che lascia l’amaro in bocca agli uomini di Ghio per come si è sviluppata la gara che escono senza punti da una partita praticamente dominata ma sfortunata sul fronte realizzativo.
Dopo i primi 10 minuti nei quali l’Infernotto cercava più volte la conclusione con tiri che non impensierivano il portiere avversario al 12 venivano colti d’infilata dalla squadra di casa. Lancio lungo dalla difesa Atletico la palla arriva alle spalle dei difensori di destra, che leggono male la traiettoria, si inserisce alle spalle Clori che entra in area dalla sinistra e sull’uscita bassa di Gilli lo infila scavalcandolo con un tocco sotto. 1 a 0 su una disattenzione che alla fine risulterà fatale. La reazione ospite non si fa attendere ma le conclusioni risultano sempre non pericolose ad eccezione di quella di Romagnini al 25’. Palla Di Bartolo dalla sinistra che attraversa tutta l’area arriva all’altezza del secondo palo dove si presenta Romagnini che a botta sicura cerca il tap in vincente ma Dinocca in uscita bassa si oppone con il corpo deviando la sfera in angolo. Questa la grande occasione dell’Infernotto del primo tempo oltre ad altre buone trame non finalizzate in modo efficace, da par suo l’Atletico cercava di rendersi pericoloso con ripartenze veloci sempre ottimamente contrastate dalla difesa dell’Infernotto. Si chiudeva coì il primo tempo con l’Infernotto che non riusciva ad arrivare al pareggio nonostante avesse controllato per lunghi tratti la partita.
Il secondo tempo si apriva sulla falsa riga del primo con azioni manovrate degli ospiti che portavano più volte alla conclusione gli attaccanti senza però mai trovare la via del goal. Dopo un paio di occasioni dal limite dell’area di Roamagnini e Di Bartolo la grande occasione del pareggio si appalesava al 22 quando veniva assegnato un calcio di rigore per atterramento in area di Sellam sugli sviluppi di una punizione dalla sinistra di Di Bartolo. Alla battuta si presentava lo stesso Sellam ma la sua conclusione era alta sopra la traversa annullando la possibilità di pareggiare. Tre minuti dopo goal annullato all’Infernotto per sospetto fuorigioco di Di Bartolo che aveva messo la palla in mezzo spinta in rete da Sellam. Tutto regolare per il guardalinee che dapprima non segnalava l’offside ma che poi sulla decisione del direttore di gara di annullare non confermava e permetteva l’annullamento del goal. Dopo gli episodi sfavorevoli l’Infernotto si gettava in avanti alla ricerca del pareggio scoprendosi inevitabilmente al contropiede dei padroni di casa che però non erano mai pericolosi. Al 29’ gran punizione dal limite di Sellam volava Dinocca a togliere la palla da sotto la traversa con respinta in angolo. Al 37’ grande occasione Atletico, calcio d’angolo spizzata di testa di Lerda palla che bacia la parte alta della traversa e finisce sul fondo. Al 38’ punizione di Scanavino palla sotto la barriera e poi sul fondo a fil di palo con Dinocca immobile. Al 39’ contropiede di Martorano entra in area e impegna severamente Gilli che blocca a terra. Al 41 buona occasione per l’Infernotto, tiro dal limite di Kumbulla agevolmente bloccato dal portiere, al 42’ la grande occasione ce l’ha ancora Romagnini che si presenta solo davanti al portiere, imbeccato in profondità da una gran palla di Boglione, la conclusione di esterno sinistro viene deviata in angolo da Dinocca. Questa è l’ultima occasione e dopo 5 minuti di recupero l’arbitro sanciva la fine dell’incontro consegnando i tre punti alla squadra di casa. Esce sconfitto l’Infernotto con l’amaro in bocca per le molte occasioni non sfruttate a dovere, con l’unica soddisfazione di avere condotto sempre la manovra e di essere stata sicuramente superiore sul piano del gioco, punito fin troppo severamente da una disattenzione difensiva che alla fine è risultata decisiva.