PRIMA SQUADRA: PIROTECNICO 6 A 1 AL SANTENA

PRIMA SQUADRA: PIROTECNICO 6 A 1 AL SANTENA
09/04/2018

L’Infernotto batte nettamente il fanalino di coda Atletico Santena e si aggiudica 3 punti molto importanti nella corsa salvezza viste le contemporanee sconfitte di Cavour, Carignano e Saviglianese.
Ad onor del vero fin dalle prime battute si intuiva che la domenica per gli uomini di Triberti poteva essere felice. Già al 6’ era Calafiore ad avere la prima palla goal con una conclusione alta sopra la traversa su imbeccata di Ligregni. Al 11’ si ripeteva di testa, sempre su cross di Ligregni, con palla che sfilava di poco alla sinistra del palo del portiere avversario.
Al 14’ arrivava la prima rete dell’incontro a firma di Pizzolla, abile a conquistare palla sulla tre quarti avanzare un paio di metri e a far partire un bel tiro che batteva imparabilmente il portiere.
Archiviato il vantaggio l’Infernotto poteva gestire il gioco con tranquillità senza mai essere impensierito cercando di rimpinguare il bottino di reti.
Infatti al 24’ arrivava il raddoppio. Ligregni con una punizione da 25 metri spediva la palla, complice una leggera e ininfluente deviazione della barriera, alle spalle di Sanasi portando il risultato sul 2 a 0.
Al 35’ con una pregevole azione corale sviluppatasi sulla destra arrivava il goal del 3 a 0. Charbonnier in sortita offensiva lasciava partire un cross rasoterra verso il centro area, Pizzolla con un abile tocco liberava Ligregni, il quale generosamente passava la palla a Calafiore appostato sul limite dell’area piccola che appoggiava indisturbato in rete la palla del 3 a 0.
Allo scadere del primo tempo arrivava anche la rete del 4 a 0 che praticamente metteva la parola fine sulle sorti del match.
Calafiore in azione personale passava la palla verso il dischetto del rigore dove Pizzolla con un bel dribbling saltava il diretto avversario e scagliava la palla in rete con una imparabile conclusione di sinistro.
4 a 0 e fine del primo tempo.
La seconda frazione di gioco si apriva sulla falsa riga della prima con l’Infernotto intento a fare gioco e con l’inizio di una girandola di sostituzioni in una partita che aveva ancora veramente poco da dire.
Al 13 arrivava il goal del 5 a 0 ad opera di Kankam, appena entrato, che su cross di Rostan dal fondo batteva di testa ancora una volta il malcapitato Sanasi.
A seguire ancora un paio di conclusioni pericolose di Calafiore che non riusciva a trasformare in goal per un’inezia le ottime assistenze dei compagni a conclusione di pregevoli azioni corali.
Si arrivava così al 37’ quando la difesa infernottese correva il primo vero pericolo della partita. Sul cross proveniente dalla destra era bravo Koundy a colpire di testa ma Chisari era attento a respingere in angolo la conclusione.
Al 39’ arrivava il goal della bandiera per i padroni di casa. Su un pasticcio difensivo la palla, dopo un paio di rimpalli, arrivava a Koundy tutto solo che a porta sguarnita depositava la palla indisturbato in fondo al sacco.
A conclusione della partita e a suggello di una buona prestazione degli ospiti, agevolata anche dall’inferiorità dei padroni di casa, veniva siglato anche il sesto goal.
Sugli sviluppi di una bell’azione corale Liguori imbeccava in profondità Falco che in discesa libera sulla corsia di destra metteva palla al centro area dove piombava Ligregni che con una pregevole conclusione di tacco batteva ancora una volta il portiere avversario.
Calava il sipario sulla partita con il pirotecnico punteggio di 6 a 1 per l’infernotto che fa un importante passo in avanti verso il traguardo finale della salvezza.