PRIMA SQUADRA: ANCORA UN PAREGGIO

PRIMA SQUADRA: ANCORA UN PAREGGIO
29/01/2018

Pareggio casalingo per l’Infernotto che impatta fra le mura di casa per 1 a 1 con il Carignano, nulla di fatto che lascia un po’ di rammarico fra i padroni di casa per non aver sfruttato l’occasione di allungare in classifica nei confronti di una diretta avversaria per la corsa alla salvezza.
Dopo le prime battute di gara con pochi spunti di cronaca, ad eccezione di una punizione di Scanavino Paolo dalla lunga distanza che impegnava Benente in una buona parata, la prima bella occasione per i padroni di casa si concretizzava al 30’ con combinazione tra Ligregni e Calafiore con quest’ultimo che lasciava partire un gran tiro che impegnava il portiere avversario ad una difficile respinta in calcio d’angolo. Al 32’ arrivava la doccia fredda per i padroni di casa con il goal del Carignano. Praticamente alla prima sortita offensiva Zacchino conquistava palla sulla tre quarti campo e avanzava indisturbato verso l’area avversaria, complice una mancata chiusura della difesa di casa, arrivato nei pressi del limite dell’area lasciava partire un gran diagonale che trafiggeva l’incolpevole Copetti. Al 36’ l’Infernotto aveva l’occasione del pareggio sulla testa di Ligregni che su azione da calcio d’angolo girava la palla sul primo palo mancando il bersaglio di poco. Al 38’ la svolta dell’incontro, su azione di rimessa inghes commetteva fallo da ultimo uomo inducendo l’arbitro ad estrarre il cartellino rosso e ad assegnare una punizione dal limite non sfruttata bene dal Carignano. Pertanto Infernotto in 10 uomini e sotto di una rete. La grande occasione per il pareggio si concretizzava al 45’ del primo tempo con l’arbitro che decretava un generoso rigore per fallo su Calafiore, sul dischetto si presentava lo stesso Calafiore che pero’ si faceva respingere il tiro dal portiere avversario, risultato invariato e squadre negli spogliatoi.
La ripresa vedeva i padroni di casa alla ricerca del goal del pareggio, mister Triberti al 3’ effettuava 3 cambi per cercare di dare piu’ peso all’attacco con l’ingresso di Kankam, Saadi e Bergia. Inevitabilmente la ricerca del pareggio sbilanciava un po’ la squadra mettendola a rischio delle ripartenze del Carignano. Infatti al 16’ grazie ad una palla persa malamente dalla difesa di casa Destefanis impegnava severamente Copetti, bravo nella deviazione della sfera. L’infernotto macinava gioco nonostante l’inferiorità numerica ma non riusciva a trovare lo spunto vincente in attacco, senza mai creare grandi occasioni da goal benchè controllasse il campo e le azioni senza che fosse evidente l’uomo in meno.
Al 28’ ancora un’occasione per il Carignano che sugli sviluppi di un calcio d’angolo impegnava severamente Copetti ancora una volta bravo nella parata.
L’ultimo quarto d’ora era tutto di marca Infernotto alla ricerca disperata del goal del pareggio. Da segnalare una punizione dal limite di Saadi con respinta del portiere e il l’azione del goal del 1 a 1. Goal che arrivava al 37’ con Liguori, bravo a presentarsi a tu per tu con Benente e a trafiggerlo sull’uscita con un perfetto diagonale sul palo lungo.
Al 48’ ancora un’occasione per l’Infernotto con un colpo di testa di Kankam che si spegneva a lato della porta avversaria.
Al 49’ l’arbitro decretava la fine del match e il risultato di 1 a 1.