ESORDIO AMARO PER LA PRIMA SQUADRA

ESORDIO AMARO PER LA PRIMA SQUADRA
14/09/2017

Esordio amaro nel campionato di Promozione per l’Infernotto sconfitto per 1 a 0 nella partita casalinga contro la Polisportiva Montatese.
La gara disputata sul campo di Barge si è svolta sulla falsa riga delle precedenti partite di Coppa Italia disputate dalla squadra locale, ovvero Infernotto che gioca, anche con buone trame di gioco, crea occasioni da goal, non trasformate dagli avanti infernottesi, e con le squadre avversarie intente a difendersi e a punire alla prima occasione utile.
Così è andata anche domenica scorsa, fin dalle prime battute l’Infernotto si rendeva pericoloso prima con Scanavino Stefano che impegnava il portiere in angolo e poi con Kankam che solo davanti a Bledig, tra l’altro molto bravo, calcia fra le gambe dello stesso. Stesso copione al 28’ quando su cross di Gili Liguori cerca di colpire di testa a botta sicura ma il portiere in collaborazione con un suo difensore salva in angolo. Il primo pericolo per la difesa di casa arriva al 38’ quando con una bella discesa sulla sinistra Rosso calcia in diagonale sull’uscita di Chisari e colpisce la base del palo alla sinistra del portiere con la difesa che spazza in angolo. Allo scadere del primo tempo l’Infernotto, preso d’infilata su un’azione di calcio d’angolo, rischia di capitolare ma la conclusione dell’avanti della Montatese si spegne sul fondo. Si va così al riposo sullo 0 a 0 con le recriminazioni della squadra di casa per le occasioni fallite.
Il secondo tempo riparte sulla falsa riga del primo e al 2’ minuto la palla dell’1 a 0, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, capita sul sinistro di capitan Bessone che a tu per tu calcia al volo sul portiere in uscita, bravissimo ad opporsi con il corpo e a chiudere lo specchio della porta.
Al 4’ minuto le recriminazioni dell’Infernotto per un rigore non dato, parso a tutti solare tranne al direttore di gara, Scanavino Stefano dribbla il diretto avversario al limite dell’area il quale lo scalcia facendolo cadere, l’arbitro propende per far proseguire il gioco tra lo stupore generale.
Come sempre nel calcio chi spreca viene punito, infatti al 18’ sugli sviluppi di un’azione di rimessa, Veglio è bravo a colpire con un diagonale preciso che si infila alla destra di Chisari.
Fatto sta che la Montatese si trova inaspettatamente in vantaggio e da lì in avanti si giocherà obbiettivamente poco, un po’ per i vari cambi effettuati e un po' per la malizia dei roerini. Tutto ciò induce l’arbitro ad assegnare 6 minuti di recupero e proprio al 96’ si presenta l’occasione più importante per l’Infernotto. Nell’occasione è bravo Kankam che con un’azione personale di forza salta 3 avversari e si presenta a tu per tu con Bledig, che è ancora una volta bravissimo a respingere di piede il tiro ravvicinato dell’attaccante.
Su questa azione si conclude l’incontro che porta i 3 punti alla Polisportiva Montatese e lascia l’amaro in bocca all’Infernotto per la buona prestazione disputata ancora una volta, pero’, all’asciutto di goal.